Come eseguiamo il recupero dati

Quali sono le varie fasi eseguite da iRecovery per recuperare i dati da un hard disk? Ecco come operiamo per recuperare i tuoi file.

eseguire recupero dati

Il settore del recupero dati è molto vasto, poiché sono tanti i dispositivi che si possono danneggiare e da cui bisogna recuperare i file. In particolar modo, uno dei dispositivi che spesso si danneggia è senza dubbio l’hard disk interno del computer, dove sono contenuti dati importanti, non solo riguardanti il lavoro, ma anche tantissimi ricordi e foto personali.

Il primo contatto con il cliente avviene soprattutto attraverso il nostro centralino oppure tramite il modulo di contatto. Trovi tutti i dettagli su come contattarci in questa pagina. Quando riceviamo una chiamata riguardante un danno all’hard disk, cerchiamo di identificare, anche se sommariamente, i problemi che si riscontrano e come si è manifestato il danno. Ovviamente per avere un’esatta dinamica del guasto è necessario analizzare scrupolosamente il dispositivo in sede.

A seconda del danno, indichiamo al cliente come bisogna procedere per inviarci l’hard disk danneggiato tramite il corriere. In particolare, in questa sezione viene indicato come spedirci l’hard disk. E’ importante proteggere il dispositivo in un contenitore di polistirolo o pluriball, materiali essenziali per evitare danni durante il trasporto. La spedizione con il nostro corriere è gratuita, ma se si provvede a spedire il dispositivo per conto proprio, consigliamo sempre di contattare corrieri specializzati.

Una volta che l’hard disk arriva nella nostra sede, il procedimento per il recupero dei dati viene svolto in due fasi. Innanzitutto c’è la fase di analisi, durante la quale si identifica il guasto dell’unità. Si stila quindi un rapporto tecnico, dove sono indicati scrupolosamente i danni dell’apparecchiatura.

Sono inoltre identificati quali file possono essere recuperati, ma non è possibile stabilire l’integrità dei documenti fino a quando non si tenta il recupero. Se si accetta di procedere, si avvia la seconda fase che comprende le operazioni di recupero e la copia dei file su un nuovo supporto. Il vecchio supporto è comunque considerato danneggiato e non più recuperabile.

dispositivi recupero dati

Se risulta esserci un danno meccanico, il disco fisso viene aperto in una camera bianca oppure in una cappa a flusso laminare. I componenti danneggiati, come ad esempio le testine di lettura e scrittura, vengono sostituiti per poter consentire il recupero dei file.

Al termine del recupero il supporto viene rispedito al cliente. Le tempistiche necessarie ad eseguire le due fasi appena descritte, possono variare da alcune ore a diversi giorni. Purtroppo non si può stabilire la durata, perché ci sono molte variabili da considerare, soprattutto il tipo di danno che ha subito l’hard disk. E’ comunque possibile indicare un certo grado di urgenza.

Come eseguiamo il recupero dati: conclusioni

In questo articolo abbiamo indicato quali sono le fasi per il recupero dati presso la nostra azienda. E’ stato preso in esame un hard disk, ma di solito il procedimento per il recupero è simile anche per gli altri dispositivi. Cambiano ovviamente gli strumenti adoperati per leggere il supporto, ad esempio se si tratta di una pen drive USB possiamo adoperare un lettore di chip di memoria per leggere il contenuto della chiavetta.

Contattaci ora per una consulenza, possiamo procedere al recupero dei dati da qualsiasi dispositivo.