Cos’è il RAID e come funziona

Hai sentito parlare di RAID ma non sai cosa vuol dire? Ecco cos’è e come funziona.

raid come funziona

Il RAID è un sistema realizzato per la prima volta nel 1988. L’acronimo significa Redundant Array of Independent Disks, e si tratta di una tecnologia che consente di salvare le stesse informazioni su più hard disk. In pratica le informazioni sono ridondanti e vengono copiate su più dischi per garantire una maggiore sicurezza. Si ha maggiore sicurezza anche nel recupero dei dati.

Esistono diverse tipologie di RAID che permettono di avere svariate funzionalità e vantaggi. Di seguito sono indicate alcune configurazioni tra le più utilizzate.

RAID 0 – Si tratta di una configurazione particolarmente vantaggiosa se si desiderano prestazioni molto più elevate in lettura ed in scrittura dei dati. Infatti ogni singola informazione salvata sul RAID viene divisa in parti uguali e scritta su entrambi gli hard disk. Quindi si può leggere e scrivere contemporaneamente su più dischi incrementando notevolmente la velocità.

Tuttavia in questa configurazione non si ha la ridondanza dei dati, ciò significa che se si danneggia un hard disk si perdono i file senza la possibilità di poterli recuperare dagli altri dischi. Infatti il file viene diviso e scritto sui dischi, quindi alla rottura di un hard disk si perde una parte del file compromettendo l’informazione. E’ una soluzione utile quando serve velocità e non si è interessati alla ridondanza.

RAID 1 – Questa tipologia si utilizza quando si preferisce la ridondanza e la sicurezza dei file invece della velocità. Infatti i file sono scritti su un hard disk e vengono copiati integralmente senza essere divisi su altri hard disk secondari. Se si rompe un disco, il documento può essere recuperato senza problemi su un altro disco fisso, perché contiene una copia esatta dell’hard disk danneggiato.

Questa configurazione è molto utilizzata anche in azienda, dove si vuole ottenere la maggiore sicurezza possibile sui propri dati per evitare la perdita delle informazioni. Sicuramente questo RAID 1 può offrire elevata sicurezza, grazie alla ridondanza dei file, a discapito delle prestazioni.

RAID 5 – A differenza delle precedenti configurazioni, in questa versione si vuole ottenere anche un corretto salvataggio dei file evitando errori. E’ presente un sistema di tolleranza agli errori, grazie ad un sistema di parità, ovvero un parametro che può essere utilizzato per ricostruire le informazioni danneggiate.

recupero dati raid

Il vantaggio principale è la velocità e la possibilità di poter recuperare i file adoperando la parità. E’ un tipo di RAID utilizzato anche in azienda.

Esistono anche altre tipologie di sistemi RAID, ma le principali sono quelle elencate in questo articolo. Ogni configurazione ha delle proprie caratteristiche, ed è importante capire quali sono le proprie priorità prima di adoperarlo.

Ovviamente questi sistemi sono costituiti da hard disk oppure SSD. In entrambi i casi si possono verificare perdite dei dati dovute a varie cause. E’ sempre meglio fare un backup dei dati per non incorrere nella perdita delle informazioni.

Cos’è il RAID: conclusioni

Come abbiamo visto, questa tecnologia è disponibile in diverse tipologie. Se hai subito una perdita di dati oppure il tuo sistema RAID presenta dei sintomi di malfunzionamento, è sempre meglio rivolgersi a dei professionisti per evitare di aggravare la situazione. Puoi contattarci per recuperare i file dal RAID.