Differenze tra camera bianca e cappa

La cappa a flusso laminare può sostituire la camera bianca? Ecco quali sono le differenze ed i vantaggi della cappa.

camera bianca

Come abbiamo visto in un recente articolo, la camera bianca è una stanza dove è possibile effettuare riparazioni meccaniche degli hard disk, aprendo i dispositivi senza danneggiarli e sostituendo in tutta tranquillità i vari componenti meccanici guasti.

A differenza della camera bianca, la cappa a flusso laminare risulta essere molto più pratica e consente di eseguire le medesime operazioni. Infatti la cappa non è altro che un dispositivo che consente di lavorare in un piccolo ambiente pulito e senza alcun rischio per l’integrità dell’hard disk.

Negli ultimi anni le cappe a flusso laminare hanno avuto un grande successo nel settore del data recovery, e sono state di gran lunga preferite alle camere bianche.

La camera bianca presenta alcuni svantaggi. Innanzitutto si tratta di un ambiente di lavoro molto grande, che occupa un ampio spazio che non sempre è possibile allestire. Il costo che bisogna sostenere per aprire una camera bianca e soprattutto per la manutenzione è molto superiore rispetto a quello richiesto per la cappa.

cappa flusso laminare

Nonostante la camera risulti essere un luogo pulito, si rischia più facilmente di sporcarlo. Il personale deve indossare un abbigliamento opportuno prima di entrare per non compromettere l’aria con qualche impurità. Inoltre il clima è controllato per non incidere sui componenti dell’hard disk, ed il personale non può rimanere per un lungo periodo di tempo all’interno della camera.

Per poter velocizzare il lavoro e rendere le riparazioni più immediate, si preferisce adoperare una cappa a flusso laminare. Grazie ad una serie di filtri realizzati anche in microfibra di vetro, l’aria presente nella cappa viene purificata al 100%. Le cappe adoperate nel data recovery sono a flusso orizzontale, e risultano molto utilizzate soprattutto per il costo più contenuto rispetto alla camera bianca.

Introducendo semplicemente il dispositivo da riparare all’interno della cappa, si può procedere all’apertura ed alla sostituzione dei vari componenti danneggiati senza causare alcun danno agli hard disk.

Con le cappe si possono eseguire tutti i tipi di lavori svolti anche nella camera bianca. Il grande vantaggio nell’utilizzarla è lo spazio occupato, molto ridotto, un costo di acquisto e di gestione inferiore e la velocità nell’utilizzo. Tutti questi aspetti positivi hanno consentito una grande diffusione della cappa, fondamentale nella riparazione degli hard disk.

Differenze tra camera bianca e cappa: conclusioni

Adesso che si conoscono esattamente quali sono i vantaggi nell’utilizzare queste due tipologie di soluzioni, è bene ricordare che grazie al franchising di iRecovery è possibile allestire il proprio laboratorio anche con una cappa a flusso laminare orizzontale. In questo modo è possibile riparare gli hard disk anche senza possedere una camera bianca.