Estendere le ore di vita dell’hard disk e del PC

Quante ore di vita ha un hard disk, e qual è la sua vita media? Ecco alcuni consigli su come estendere la durata di un disco fisso e del PC.

ore vita hard disk

La vita media di un hard disk non è facilmente calcolabile. Ci sono tantissimi parametri e differenti fattori che possono aumentare o diminuire le ore di funzionamento di un disco fisso. Non c’è una durata precisa, ma tutto dipende anche da come viene utilizzato il supporto di archiviazione e come viene mantenuto nel corso degli anni.

Il numero di accensioni, la temperatura di esercizio, una tensione non stabilizzata e spegnimenti bruschi sono solo alcuni dei parametri che possono compromettere la salute di un hard disk e dei file.

Il disco fisso è composto da parti meccaniche e parti elettroniche, quindi nel corso del tempo si possono verificare differenti tipologie di guasti più o meno gravi. Di seguito abbiamo indicato alcuni consigli che possono aiutare a migliorare la durata di vita dell’hard disk, estendendo le ore di funzionamento.

1. Utilizzare un gruppo di continuità

Tra le prime cause di rottura di un hard disk, oppure di altre parti del computer, ci sono sicuramente gli sbalzi di tensione. La rete elettrica può avere delle brusche variazioni, che possono danneggiare in modo irreversibile alcune componenti del computer, come la scheda madre, la RAM ed anche l’hard disk. Per poter stabilizzare meglio l’alimentazione del PC, è bene utilizzare un gruppo di continuità che consente di evitare bruschi spegnimenti del computer causati da un improvviso calo di tensione.

Con questo apparecchio si possono aumentare le ore di vita di un hard disk, perché si evitano eventuali problemi che il disco può subire ogni volta che manca la corrente.

2. Ore di lavoro

Se un hard disk viene utilizzato numerose ore al giorno con numerosi cicli di scrittura e lettura dei dati, è chiaro che si diminuisce la vita media del supporto. Spesso i problemi sorgono nel primo anno di vita oppure dopo diversi anni di utilizzo. Nel primo caso, cioè quando si riscontrano danni nel primo anno, di solito si è di fronte ad un problema di fabbrica. Nel secondo caso invece, ci possono essere dei danni provocati dall’usura dei componenti interni.

3. Accensione e spegnimento

Uno dei momenti di maggior usura del disco è quando si accende. Per diminuire l’usura è consigliato evitare di accendere e spegnere numerose volte il supporto.

estendere vita media disco fisso

4. Temperatura di esercizio

Altro fattore fondamentale è la temperatura dell’hard disk. Per aumentare le ore di lavoro ed estendere la vita del disco, è importante controllare anche le temperature raggiunte all’interno del case del PC. In caso di temperature troppo alta, è bene utilizzare più ventole per dissipare il calore emesso.

5. Età del dispositivo

Se il disco fisso ha numerosi anni, si possono verificare delle usure interne al disco. Ad esempio, il disco si può smagnetizzare nel corso dl tempo, i cuscinetti possono perdere la loro fluidità originale ed i restanti componenti possono degradarsi.

Quindi se si utilizza un hard disk da numerosi anni, è consigliato controllare il suo stato di salute e valutare se sostituirlo con una nuova unità.

Estendere le ore di vita dell’hard disk: conclusioni

A prescindere dall’usura del disco fisso, è sempre consigliato fare un backup dei dati per prevenire la perdita dei file. E’ possibile salvare i dati anche sul cloud, per averli sempre disponibili online e poter accedere da qualunque PC.

Se hai perso dei dati importanti che desideri recuperare, puoi contattarci per una consulenza. Grazie alle nostre competenze possiamo tentare il recupero dei dati con le migliori tecnologie attualmente disponibili nel settore del data recovery.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone