Evitare la perdita dei dati per un disastro naturale

I tuoi dati sono al sicuro? Ecco come prevenire la perdita delle informazioni in caso di disastro naturale.

recupero dati disastro naturale

Alcuni dei principali disastri naturali non sono prevedibili e possono causare enormi perdite dei dati. Ad esempio un terremoto, un incendio oppure un’improvvisa alluvione possono causare grandi danni alle apparecchiature informatiche, producendo una perdita importante di file e documenti.

Per poter prevenire i danni informatici arrecati da questi catastrofici eventi, è importante avere un piano che consenta di salvare tutti i file in un luogo sicuro, senza temere possibili conseguenze negative. Ecco alcuni consigli utili.

1. Fare un backup dei dati

Il primo consiglio è senza dubbio fare un backup delle informazioni, salvando tutti i dati su un hard disk esterno da porre al sicuro. Tuttavia questa soluzione non è sempre affidabile, perché anche l’hard disk esterno potrebbe subire danni importanti causati da un disastro naturale. Quindi è consigliato eseguire anche un backup sul cloud, ovvero uno spazio online dove accedere ogni volta che si desidera.

In questo modo si hanno le informazioni archiviate in un luogo differente rispetto al luogo dove avviene il disastro, e non si corrono rischi per la perdita dei file.

2. Fare l’inventario

Prima di fare un backup, potrebbe essere utile eseguire un inventario dei dati, analizzando tutte le informazioni importanti e realmente utili. Spesso capita di avere molte informazioni non essenziali e superflue, che possono essere anche cancellate. Per questo motivo è consigliato selezionare solo i dati essenziali e pianificare un inventario delle informazioni più attinenti alla propria attività.

3. Eliminare i dati non necessari

Come detto nel secondo punto, occorre fare un inventario dei dati e successivamente eliminare le informazioni non importanti. Quando si esegue la rimozione dei file non necessari, è importante utilizzare delle tecniche che consentono di eliminare i file in modo permanente, soprattutto se si tratta di documenti importanti e riservati.

data recovery

Si può effettuare ad esempio la sovrascrittura dei file per evitare che si possano ripristinare da qualche malintenzionato. Inoltre è possibile eseguire anche la smagnetizzazione del supporto, per distruggere completamente l’hard disk sul quale sono archiviati i dati non importanti.

4. Salvare i backup in luoghi differenti

Se si effettua un backup su un dispositivo, è importante custodirlo in luoghi particolarmente sicuri e soprattutto lontani dalla sede aziendale. Se per esempio dovesse esserci un incendio presso l’azienda, in questo modo si evita che anche il backup venga distrutto, basta custodirlo in un luogo differente.

Evitare la perdita dei dati per un disastro naturale: conclusioni

Per poter prevenire la perdita dei dati in seguito ad un disastro naturale, è importante avere sempre una copia dei file in un luogo sicuro, come ad esempio il cloud. Con questi consigli puoi ottenere una sicurezza maggiore ed ottimizzare le tue risorse aziendali.

Se hai subito dei danni importanti alle unità di memoria, puoi contattarci per una consulenza.