5 killer silenziosi che danneggiano l’hard disk

Il tuo disco fisso è al sicuro? Ecco alcuni killer silenziosi dell’hard disk che potrebbero compromettere il suo funzionamento con una perdita dei file.

danneggiamento hard disk

L’hard disk è senza dubbio tra i principali dispositivi utilizzati per il backup dei dati. Nel corso degli anni, i dischi fissi si possono danneggiare a causa di diversi fattori, che agiscono in modo indisturbato e silenzioso. In alcune circostanze, più facili da rilevare, si possono sentire strani rumori emessi dal disco, che segnalano un malfunzionamento meccanico del drive. Tuttavia ci sono una serie di problematiche in cui il danneggiamento non è facilmente rilevabile, e nel lungo periodo si possono avere importanti perdite dei dati.

In questo articolo abbiamo analizzato quali sono le principali cause di malfunzionamento di un hard disk, che difficilmente possono essere scoperte. E’ bene prestare attenzione alla salute del proprio dispositivo di archiviazione, rilevando eventuali problemi prima che sia troppo tardi.

1. Danni fisici al PC

Quando il computer subisce un urto, si potrebbero danneggiare varie parti interne. La scheda madre, la RAM oppure l’hard disk potrebbero subire un danno importante. In questi casi il PC potrebbe essere inutilizzabile, ma probabilmente i dati sono ancora salvabili. E’ consigliato contattare un tecnico specializzato o rivolgersi ad iRecovery Infolab Data per una consulenza.

2. Liquidi rovesciati

I liquidi possono causare danni permanenti al PC. Se si utilizza un notebook, è bene prestare attenzione quando si adoperano bevande o altri liquidi nei pressi del portatile. Può bastare davvero poco, una semplice distrazione e si potrebbe versare del liquido all’interno del portatile. E’ bene precisare che l’hard disk è protetto molto bene, quindi difficilmente si può rovinare in questo caso. Però i componenti elettrici circostanti possono andare in corto circuito, provocando il malfunzionamento del portatile.

Anche in questo caso si può tentare il recupero dei file, smontando il notebook ed estraendo l’hard disk per recuperare i dati.

recupero dati disco fisso

3. Picchi di corrente e sovratensioni

Questo è un vero e proprio killer dell’hard disk. Gli sbalzi di corrente possono provocare enormi danni, non solo al disco fisso, ma anche ad altri componenti del PC. Nel momento in ci si verifica una sovratensione, i componenti devono sopportare uno sbalzo improvviso che, se non viene gestito bene, può danneggiare la scheda madre, la RAM ed il disco fisso. Il recupero dei file dall’hard disk potrebbe essere più difficile, perché il disco potrebbe avere dei danni. Quindi è importante rivolgersi a degli esperti del recupero dati.

Per prevenire questo problema, si possono utilizzare dei gruppi di continuità e delle prese filtrate, che possono aiutare a preservare l’integrità del sistema.

4. File corrotti

I file corrotti possono essere provocati da eventuali virus o settori danneggiati del disco. Questi file sono inaccessibili e spesso non recuperabili. Per evitare di danneggiare i file, è molto importante spegnere correttamente il computer, senza scollegare improvvisamente la presa elettrica. Infatti quando viene a mancare la corrente oppure quando si spegne il PC senza la corretta procedura, si rischia seriamente di danneggiare i file ed alcuni settori dell’hard disk.

5. Surriscaldamento

Il calore emanato dall’hard disk viene di solito dissipato senza problemi. Tuttavia in alcune particolari condizioni, come ad esempio durante le stagioni più calde e con una cattiva ventilazione del supporto, si rischia di raggiungere temperature pericolose, che potrebbero arrecare danni al dispositivo. Per questo motivo è necessario assicurarsi che l’hard disk sia ben ventilato e non raggiunga temperature troppo elevate durante il funzionamento. Normalmente è possibile monitorare la temperatura anche con dei software gratuiti, per rilevare eventuali picchi eccessivi.

Killer silenziosi dell’hard disk: conclusioni

L’hard disk si conferma un dispositivo particolarmente delicato, che deve essere controllato periodicamente per evitare di perdere dati. Se hai subito un danno importante e rischi di perdere documenti e file, puoi contattarci per una consulenza. Possiamo tentare il recupero dei dati da qualsiasi modello di hard disk, operando con le tecnologie più all’avanguardia del settore.