5 modi per proteggere i dati in azienda

La tua azienda ha un piano contro la perdita dei dati? Ecco alcuni consigli su come prevenire disastri informatici.

proteggere dati azienda

Le grandi aziende possono permettersi un piano per proteggere i loro dati da eventuali problemi, come ad esempio un attacco informatico. Purtroppo le piccole aziende con meno risorse economiche non riescono sempre ad investire in un piano di disaster recovery. Tuttavia è buona norma tutelare le informazioni utilizzando anche altre soluzioni, magari più semplici ed economiche, per prevenire la perdita dei dati.

Il Penetration Test è una delle soluzioni adottate da aziende di grandi dimensioni, e consiste nel valutare eventuali falle e lacune nel sistema informatico aziendale. In una piccola azienda probabilmente non è possibile eseguire un test del genere per mancanza di investimenti, ma ci sono comunque dei consigli da seguire per tutelare i dati importanti. Ecco alcuni suggerimenti utili.

1. Sistemi di Backup

Nel corso degli ultimi anni i ransomware hanno causato tantissimi danni soprattutto alle piccole aziende. Si tratta di particolari virus che criptano dati e documenti rendendoli illeggibili, e chiedono un riscatto per sbloccarli. Il backup dei dati aziendali può essere eseguito facilmente ed in modo abbastanza economico, evitando questi spiacevoli inconvenienti.

Quando si pratica un backup è importante trasferirlo anche in altre sedi, perché in questo modo i file sono salvi anche da eventuali incendi, alluvioni e calamità naturali. Non bisogna mai sottovalutare la sicurezza dei dati, ed avere una copia dei file è sempre una buona prevenzione.

2. Archiviazione su Cloud

Il cloud è una soluzione che spaventa ancora molte imprese. Nel corso degli anni i sistemi cloud sono diventati sempre più affidabili, veloci e sicuri. Affidarsi ad una soluzione in cloud per eseguire backup può essere una soluzione vantaggioso ed economica, che protegge le aziende da una eventuale perdita dei dati.

3. Aggiornamento dei software

I software installati su server o PC aziendali devono essere aggiornati per garantire la massima sicurezza. Infatti ogni programma potrebbe avere dei bug o delle falle di scurezza, che potrebbero causare la perdita dei dati. Aggiornare con regolarità i software all’ultima versione disponibile garantisce la migliore sicurezza del sistema, evitando spiacevoli inconvenienti.

sicurezza aziendale

4. Limitare account utenti

Se si lavora in un’azienda con più server e PC, si può limitare l’accesso a determinate zone e cartelle, evitando che i malintenzionati possano spiare tra i file importanti o sottrarre informazioni preziose e riservate. Declassando il profilo utente da amministratore ad un livello inferiore, si evita che qualche dipendente possa compromettere dati fondamentali per l’azienda, abbassando il rischio di perdita dei dati.

5. Istruire i dipendenti

L’istruzione è spesso sottovalutata. Un nuovo dipendente che non ha mai svolto una mansione in azienda deve essere istruito su come adoperare in modo sicuro un PC. In questo modo si evitano molti problemi, soprattutto probabili virus e malware che vengono inviati tramite posta elettronica. Meglio investire nella formazione dei dipendenti piuttosto che subire danni importanti per un errore causato dall’inesperienza.

Proteggere dati in azienda: conclusioni

Se hai un’azienda e vuoi tutelare i tuoi dati, ma non hai un budget troppo elevato, puoi seguire questi consigli elencati nell’articolo. Al fronte di piccoli investimenti è possibile migliorare notevolmente la sicurezza dei dati, evitando catastrofi e disastri importanti.

Se purtroppo non hai un piano di disaster recovery ed hai perso i dati, puoi rivolgerti ad iRecovery per una consulenza. Possiamo recuperare i dati da qualsiasi dispositivo, come hard disk, RAID e smartphone.