Come proteggere i dati nel cloud

Hai salvato i dati online e non sai come proteggerli? Ecco un software gratuito per criptare i documenti sul cloud.

protezione file online

Il cloud è ormai utilizzato da tantissime persone, sia privati che aziende. Per poter salvare i propri file generando una copia di backup online, si possono adoperare numerosi servizi cloud gratuiti, che risultano essere semplici, intuitivi e sicuri. Tuttavia, per poter aumentare la sicurezza e proteggere i propri documenti, è possibile integrare uno strato di protezione utilizzando un software gratuito chiamato Boxcryptor.

Boxcryptor è un programma gratuito capace di criptare i file che vengono salvati sui principali servizi cloud. Può essere integrato con Google Drive, Dropbox, Microsoft OneDrive, iCloud, Amazon S3 ed altri sistemi. La versione gratuita permette di proteggere i file in cloud con una crittografia RSA e AES-256, inoltre consente la condivisione dei documenti criptati con altre persone e garantisce il supporto all’applicazione mobile.

Per accedere alla versione gratuita è necessario scaricare il software. Dopo aver eseguito l’installazione, compare una nuova icona sul desktop. Si consideri di utilizzare Dropbox come servizio cloud ed aver installato l’applicazione ufficiale per desktop. Ora vediamo come puoi configurare Boxcryptor ed integrarlo a Dropbox per crittografare e proteggere i tuoi file online.

Una volta lanciato Boxcryptor è necessario creare un account gratuito, quindi basta inserire i propri dati, tra cui un indirizzo email valido, e completare la registrazione. Durante le prime fasi è possibile accedere anche ad un tutorial dettagliato, che permette di apprendere tutte le principali funzioni del programma.

proteggere file cloud

A questo punto, Boxcryptor rileva in automatico la tua cartella Dropbox e ti consente di eseguire alcune operazioni interessanti. A prima vista non sembrano esserci differenze, ma cliccando sui tuoi file con il tasto destro del mouse, puoi criptare il documento e proteggerlo in modo sicuro con una crittografia AES-256.

Una volta criptato, compare un’icona di colore verde nel file presente nella cartella Boxcryptor. Adesso se provi ad aprire il file da Boxcryptor, il documento si apre senza alcun problema e funziona alla perfezione. Se invece apri lo stesso documento criptato nella cartella Dropbox, il file risulta illeggibile perché appunto è protetto da Boxcryptor. Inoltre nella cartella Dropbox, il documento viene rinominato in automatico. Nel seguente caso il file è stato rinominato con estensione “pdf.bd”, dove “bc” indica appunto la criptazione di Boxcryptor.

criptare dati cloud

In definitiva, avrai due cartelle, ovvero Dropbox e Boxcryptor. Se vuoi passare i file sul cloud, puoi utilizzare anche solo quella di Boxcryptor, perché i documenti vengono trasferiti in automatico anche nella cartella Dropbox e quindi salvati online. La differenza principale è che, quando trascini i file nella cartella Boxcryptor, il programma ti chiede se vuoi eseguire anche la criptazione.

Per capire meglio come funziona questo semplice ed intuitivo software per proteggere i documenti del cloud, puoi consultare il seguente filmato dove viene indicato come criptare un file in pochi passaggi.

 

Il programma è compatibile con le principali versioni di Windows, tra cui Windows 10, 8.1, 7, Vista and XP.

 

Proteggere i dati nel cloud: conclusioni

Se temi la sicurezza dei servizi cloud, grazie a questo programma gratuito puoi finalmente proteggere i file sensibili che salvi online, criptandoli con una chiave molto potente e visibili solo con il tuo account e l’applicazione Boxcryptor.

Se desideri un cloud italiano affidabile e professionale, puoi consultare Babylon Cloud che offre dei piani molto interessanti.