Come recuperare dati da RAID

Hai un sistema RAID danneggiato ed hai perso dei file? Ecco come recuperare i dati.

Il RAID, acronimo di Redundant Array of Independent Disks, è un sistema che permette di utilizzare più dischi sullo stesso computer, in modo da ottenere diversi benefici. Esistono varie tipologie di RAID, ognuna delle quali ha determinate caratteristiche e funzionalità. Prima di mostrare come poter recuperare i dati dal RAID, ecco un breve riassunto di alcune delle principali caratteristiche e configurazioni che si possono ottenere.

 

RAID 0

recupero dati raid 0

La configurazione in RAID 0 permette di utilizzare più hard disk sommando le singole capacità. Se ad esempio si utilizzano 4 hard disk da 200 GB ciascuno, si ottiene una capacità totale di 800 GB. In questo sistema si ha un aumento delle prestazioni, perché quando viene archiviato un file, esso viene diviso in 4 piccoli pezzi, ognuno dei quali viene scritto su un singolo hard disk.

In questo modo la velocità di scrittura aumenta notevolmente, perché ogni singolo hard disk deve scrivere solo un piccolo pezzo del file. Tuttavia il difetto principale di questa configurazione è che se viene a mancare anche un solo hard disk, per esempio a causa di un danneggiamento improvviso, il si perde perché viene a mancare una piccola parte del file rendendolo illeggibile.

 

RAID 1

recupero dati raid 1

Per la configurazione in RAID 1 avviene un discorso molto diverso. In questo caso se ho 4 hard disk da 200 GB in RAID 1, la capacità totale sarà di 200 GB. Quando devo salvare un file, esso viene copiato integralmente su tutti e 4 gli hard disk. In questo modo se un hard disk viene a mancare, si perde solo una copia del file, ma ce ne sono altre 3 identiche che si possono utilizzare.

Questa configurazione garantisce una velocità inferiore rispetto al RAID 0, in compenso si ottiene una sicurezza maggiore perchè abbiamo sempre 4 copie del file. Per questo motivo viene utilizzato spesso sui server aziendali per garantire un’elevata sicurezza. L’inconveniente è che su 800 GB a disposizione ne vengono utilizzati solo 200 GB.

 

RAID 5

recupero dati raid 5

Nella configurazione RAID 5 si vuole garantire anche una correttezza dei dati salvati. Infatti in questa modalità è presente un sistema con tolleranza di errore, e vengono salvati sia i dati che la loro parità. La parità non è altro che un valore che può essere adoperato per poter ricostruire i dati danneggiati. Il RAID 5 richiede almeno 3 hard disk. Se ad esempio si utilizzando 4 hard disk da 200 GB ciascuno, la capacità massima utilizzabile è di 200 GB x (4-1 dischi), ovvero di 600 GB. Se un hard disk si guasta, può essere sostituito ed i dati in esso contenuto sono ricostruiti in automatico con le informazioni sulla parità presenti sulle altre unità.

I dati salvati sono suddivisi in blocchi e memorizzati sui vari dischi disponibili, così come avviene per la prima configurazione indicata. La componente di parità è invece generata in modo automatico e distribuita sui vari hard disk grazie ad uno specifico algoritmo. Il vantaggio del RAID 5 è la velocità e la possibilità di poter recuperare i file anche se si danneggia un hard disk, infatti le informazioni che vengono perse possono essere ricostruite grazie alla parità. Tuttavia il calcolo della parità rallenta leggermente la scrittura.

 

Software per recupero dati da RAID

Queste che abbiamo visto sono le configurazioni più utilizzate. Se si sono manifestati problemi su uno o più hard disk, è possibile tentare di recuperare file dal RAID utilizzando alcune applicazione. L’uso dei software è sconsigliato se si sospettano danni hardware. Tra i principali programmi di recupero dati gratuiti c’è ReclaiME Free RAID Recovery. Questo software è semplice da utilizzare e supporta le principali tipologie di RAID. Inoltre non funziona sui singoli hard disk, ma solo su sistemi con RAID.

software raid

Prima di avviare il software è opportuno identificare la tipologia di RAID presente sul sistema. Per farlo si può utilizzare l’utlity “Gestione Disco” presente su Windows. Una volta definito il tipo di array utilizzato, si può avviare la procedura di recupero dati del RAID, seguendo le istruzioni ed i tutorial riportati sul sito ufficiale del programma.

 

Recuperare dati da RAID: conclusioni

Il recupero dei file su un sistema RAID può essere un’operazione molto delicata, ed è consigliato rivolgersi solo ad esperti del settore. I principali problemi che si possono manifestare sono:

  • Malfunzionamenti dei dischi
  • Perdite dei dati
  • Errata configurazione del RAID
  • Errata rebuild del RAID
  • Problemi di alimentazione

Se si riscontrano problematiche, errori e perdite dei dati in una configurazione RAID, è possibile contattarci per una consulenza. Sapremo individuare le cause del problema e provvedere al recupero dati da RAID 0, 1, 5 ed altre configurazioni.