Come recuperare video cancellati

Hai perso i tuoi video? Ecco come recuperare video cancellati ed eliminati per errore, da qualsiasi dispositivo

recuperare video cancellati

Il recupero dei video rimossi, come il ripristino delle foto cancellate, può essere svolto su diversi dispositivi e piattaforme. Infatti è possibile registrare filmati con smartphone, tablet, PC, fotocamere e videocamere. Il file del filmato quindi può essere memorizzato su numerosi dispositivi, anche su hard disk, SSD, pen drive USB, dischi, memory card SD, microSD ed altre tipologie.

Quando si cancella un filmato per errore, anche dal cestino di Windows, esso non è ancora stato cancellato del tutto. Infatti quando si elimina un file in generale, il sistema operativo indica che lo spazio occupato da quel file può essere sovrascritto e liberato. Fino a quando lo spazio non viene sovrascritto, il file può essere ancora recuperato attraverso software specifici.

Recuperare video cancellati da PC, SD, pen drive

In passato abbiamo visto che per recuperare foto dal cellulare o da qualsiasi altri dispositivo, è possibile utilizzare diversi software. Lo stesso discorso vale per i video. Quando si desidera ripristinare i filmati cancellati per errore dal PC, si può utilizzare un software gratuito chiamato PhotoRec.

Questo programma è disponibile sia per Windows che per altri sistemi operativi, come MAC, Linux, DOS, FreeBSD, Sun Solaris e molti altri sistemi basati su Unix. Inoltre il software può recuperare video e file da numerosi file system, come FAT, NTFS, exFAT, HFS+, ext2/ext3/ext4.

Oltre ai classici dispositivi visti prima, i filmati possono essere salvati anche direttamente sulla memoria delle fotocamere e videocamere. PhotoRec è stato utilizzato con successo su iPod e numerose videocamere digitali, come Canon, Casio, Fujifilm, HP, Nikon, Sony, Olympus.

La prima cosa da fare è scaricare il software cliccando qui. Dal sito bisogna scaricare TestDisk & PhotoRec, l’ultima versione disponibile. Estraendo l’archivio è possibile vedere numerosi file, se sei su Windows bisogna avviare il programma nominato “qphotorec_win”. Se invece sei su un altro sistema operativo, è disponibile una versione non grafica di PhotoRec che funziona attraverso una linea di comando.

recupero video eliminati

Nel passaggio iniziale è sufficiente selezionare il supporto da cui recuperare i video cancellati. Se ad esempio vuoi recuperare i filmati dall’hard disk, seleziona il disco rigido, in caso contrario seleziona il dispositivo che preferisci. Poi indica il tipo di file system adoperato dal supporto e seleziona la cartella di destinazione dove salvare eventuali file recuperati.

Di default PhotoRec recupera qualsiasi tipo di documento. Se vuoi limitare la ricerca solo ai video, seleziona “File Formats” per indicare l’estensione che desideri, quindi solo quelle video, come avi, mkv, mp4, 3gp, mov. A questo punto fai partire la ricerca dei file video cancellati ed attendi la conclusione dell’analisi.

Sono indicati i vari tipi di file recuperati e puoi visionarli nella cartella che hai indicato precedentemente. Il tempo del recupero può variare a seconda della grandezza del supporto da analizzare e dalla grandezza dei file da recuperare.

Se non sei riuscito a ripristinare i filmati con questo programma, puoi provare anche il recupero dei file con Recuva.

software  recupero filmati

Recuperare video cancellati dal cellulare

Se desideri recuperare i filmati dalla memoria interna del cellulare, e non ci sei riuscito utilizzando PhotoRec, allora puoi leggere la guida su come ripristinare file cancellati dallo smartphone, dove puoi trovare alcuni software interessanti.

Come recuperare video cancellati: conclusioni

Il recupero dei file video può essere eseguito con vari software che è possibile scaricare gratuitamente dal web. Se tuttavia non sei riuscito a recuperare i filmati, puoi contattarci per una consulenza.

Possiamo analizzare qualsiasi dispositivo per verificare lo stato dei file e recuperare video e documenti importanti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone